L’Abarth 595 vince per la sesta volta consecutiva il concorso “Best Cars” della rivista “Auto Motor und Sport”

Per la sesta volta consecutiva è stato assegnato alla gamma di modelli Abarth 595/695 il titolo di “Best Car” nella categoria Mini Cars/Import. Con il 25,6% dei voti, l’Abarth 595/695 ha vinto davanti ad altri dodici concorrenti. Nella classifica generale della categoria, che includeva anche marchi tedeschi, il modello ha conquistato il secondo posto.

Per la 45esima volta, il concorso “Best Cars” ha chiesto ai lettori di “Auto, Motor und Sport” di indicare le proprie auto preferite tra quelle in commercio sul mercato tedesco. Più di 101.000 lettori hanno espresso il proprio voto, scegliendo tra 387 modelli attualmente sul mercato suddivisi in undici categorie, che includevano ciascuna una classifica dedicata alle auto di importazione.

Dal 1949 Abarth è sinonimo di veicoli ad alte prestazioni che offrono il piacere della guida a una vasta gamma di clienti. Lo spirito della Abarth 595 e della Abarth 695 ha conquistato il cuore di migliaia di appassionati di auto in tutto il mondo. La vittoria del concorso “Best Cars 2021” è un ulteriore conferma del successo internazionale di queste auto piccole e sportive e della passione per il marchio dello Scorpione nel mercato tedesco.

Oggi la gamma Abarth, appena rinnovata, si compone di quattro versioni – 595, Turismo, Competizione ed Esseesse – che propongono nuovi colori, materiali pregiati, nuovi dettagli di stile, tecnologia avanzata e grande personalizzazione, a sottolineare le due anime del marchio Abarth: performance e stile. Tutte le versioni sono accomunati da caratteristiche peculiari che ne sottolineano l’indole sportiva e contribuiscono al miglioramento delle prestazioni. Inoltre, sono equipaggiate dallo stesso propulsore, il potente 1.4 T-jet con diversi livelli di potenza, da 145 a 180 CV, tutti Euro 6D Final, lo stesso da cui sono derivati i motori che equipaggiano le Formula 4 dei Campionati italiano e tedesco.

In dettaglio, la gamma va dalla versione Abarth 595 (145 CV), l’ingresso nel mondo Abarth, alla Abarth 595 Turismo (165 CV), caratterizzata da un allestimento esclusivo con nuovi sedili in pelle disponibili anche nel nuovo colore Helmet Brown; si prosegue con la Abarth 595 Competizione (180 CV), dalla configurazione spiccatamente sportiva esaltata dai i nuovi cerchi in lega da 17” e dal nuovo Blu Rally, un colore opaco ispirato alla Fiat 131 Abarth Rally degli anni Settanta, per arrivare alla Abarth 595 Esseesse (180 CV), il modello senza compromessi. Tutte le varianti dell’auto sono disponibili in versione berlina e cabriolet con capote elettrica.

Nuova gamma Abarth 595: performance e stile nel segno dello Scorpione

Le quattro versioni della rinnovata gamma – 595, Turismo, Competizione ed Esseesse – si animano con nuovi colori, materiali pregiati, nuovi dettagli di stile, tecnologia avanzata e grande personalizzazione, a sottolineare le sfumature del carattere Abarth. Disponibili nelle versioni berlina e cabrio, i modelli della gamma Abarth 595 sono accomunati da caratteristiche peculiari che ne sottolineano l’indole sportiva e contribuiscono al miglioramento delle prestazioni. I quattro allestimenti si presentano con livelli di potenza da 145 a 180 CV, tutti Euro 6D Final, che possono soddisfare qualsiasi esigenza dei nostri clienti.

Distintiva ma accessibile, la versione 595 è l’ingresso al mondo Abarth e offre di serie tutte le dotazioni necessarie a garantire il divertimento e il piacere di guida tipico delle vetture dello Scorpione, in primis il selettore “Sport mode”, che nella nuova gamma è ribattezzato “Scorpion mode”. Schiacciando il tasto sulla plancia s’interviene sull’erogazione della coppia massima, sulla taratura del servosterzo e sulla risposta del motore al pedale dell’acceleratore rendendoli più appuntiti. Sul fronte della tecnologia sulla versione 595 è standard la radio 7” touch screen e per la gioia degli appassionati Abarth è presente una nuova schermata di avvio e spegnimento, a richiesta è disponibile la predisposizione Apple CarPlay e compatibilità Android Auto.

Accelerare velocemente e frenare efficacemente è prerogativa della guida sportiva e del divertimento, per questo la 595 è dotata del performante impianto frenante specifico Abarth che offre la massima sicurezza grazie ai dischi anteriori ventilati da 284 mm e a quelli posteriori da 240 mm.

Le 595 Turismo e Competizione sono state anch’esse rinnovate, dal punto di vista tecnico e di stile, nel segno della personalizzazione, per regalare ai clienti due modi diversi di entrare e vivere il mondo Abarth. Se la 595 Turismo è legata ai valori di stile e comfort tipici delle granturismo italiane, è quindi dedicata a coloro che amano distinguersi per il proprio stile, che amano la città ma vogliono viverla con grinta. La Competizione, invece, si rivolge agli amanti delle prestazioni e della sportività senza compromessi, a coloro che desiderano divertirsi in strada come in pista e che non rinunciano mai a trasformare un viaggio in un’esperienza straordinaria. La 595 Turismo presenta interni rinnovati, a cominciare dagli esclusivi sedili in pelle che si rinnovano nelle finiture, offrendo la possibilità di scegliere tra diverse nuance di colori, tra cui il nuovo Helmet Brown.

Rimanendo in tema di colori la grande novità della 595 Competizione riguarda invece un nuovo Blu Rally, un colore opaco ispirato alla Fiat 131 Abarth Rally degli anni Settanta, mentre i nuovi cerchi in lega da 17” strizzano l’occhio a quelli della Lancia Delta Rally Integrale degli anni Novanta. A rendere la livrea ancora più sportiva il body kit in tinta carrozzeria specifico di questa versione e disponibile in abbinamento al nuovo colore Blu Rally o al Nero Scorpione. All’interno, oltre al selettore “Scorpion mode” dal nuovo design, troviamo una nuova offerta di contenuti con cui caratterizzare la vettura, tra cui la plancia in Alcantara, i nuovi sedili in pelle e il pomello del cambio in carbonio.

Per la versione top di gamma, la 595 Esseesse, il team di designer e ingegneri Abarth ha disegnato e sviluppato nuovi terminali in titanio per l’impianto di scarico Akrapovic, in grado di regalare pure emozioni sonore sia in strada sia in pista, divertimento e piacere di guida, insomma un concentrato di emozioni per il pilota. Tutti i modelli sono dotati di serie di fari poliellittici e luci diurne a LED. A richiesta, invece, i fari allo Xenon. Il volante è a fondo piatto, con mirino, ed è stato studiato per essere più efficace nella guida sportiva. Il quadro strumenti garantisce un’eccellente leggibilità. Inoltre, l’illuminazione del manometro è bianca, per renderne più agevole e immediata la lettura.

La nuova gamma Abarth 595 è equipaggiata con il propulsore 1.4 T-jet, lo stesso da cui sono derivati i motori che equipaggiano le Formula 4 dei Campionati italiano e tedesco. Il propulsore è disponibile in tre livelli di potenza: Abarth 595 dispone di 145 CV, che salgono a 165 sulla versione Turismo, mentre 595 Competizione e 595 Esseesse, con i loro 180 CV, sono le vetture ideali per chi cerca l’adrenalina del mondo racing, sia in termini di performance sia per i contenuti tecnici. La Competizione e la Esseesse, infatti, sono equipaggiate con la turbina Garrett GT1446; il differenziale autobloccante meccanico, che migliora la trazione in condizioni di aderenza difficile e fondi non uniformi; gli ammortizzatori Koni FSD su entrambi gli assi e i freni Brembo con pinze fisse in alluminio. Tutte le varianti del propulsore 1.4 T-jet sono abbinate al cambio meccanico ma, su richiesta, possono essere accoppiate al cambio sequenziale robotizzato Abarth con palette al volante.

La nuova gamma 595 è equipaggiata di serie con il sistema Uconnect con radio da 7”, una piattaforma veloce e dotata di schermo ad alta definizione e radio digitale DAB con la possibilità di avere anche la predisposizione Apple CarPlay e compatibilità Android Auto e il navigatore satellitare. E con il MY21 sono nuove anche le schermate di avvio e spegnimento del sistema di infotainment.

Infine, è disponibile il raffinato e potente impianto BeatsAudio che saprà conquistare anche il più esigente e raffinato appassionato di musica. Sviluppato in collaborazione con Beats by Dr. Dre, l’impianto BeatsAudio ha una potenza totale di 480 Watt e dispone di un amplificatore digitale a 8 canali che integra un avanzato algoritmo di equalizzazione in grado di ricreare l’intero spettro sonoro che un artista sperimenta durante le registrazioni in studio. Il sistema Beats Audio si compone di due tweeter a cupola posizionati nei montanti anteriori; due midwoofer da 165 mm nelle portiere anteriori; due fullrange da 165 mm nei fianchetti posteriori; e un subwoofer da 200 mm posizionato al centro nel bagagliaio nel vano ruota di scorta.





Abarth ottiene un Guinness World Record

La grande famiglia degli Abarthisti non smette di dimostrare il consueto calore anche nell’anno in cui l’appuntamento con l’Abarth Day si è tenuto per la prima volta in vesti virtuali: grazie alla sua Community, infatti, Abarth ha ottenuto un Guinness World Records. Il popolo di Abarth si è radunato sul web dando vita a uno spettacolare evento online diventato il più grande raduno digitale al mondo: questo il primato dell’Abarth Digital Day. Per ottenere la prestigiosa certificazione è occorso il contributo di tutti gli appassionati che, nell’arco di un’ora, hanno postato una foto della propria auto sulla pagina Facebook dedicata, per un totale di 868 foto, ognuna capace di esprimere lo stile distintivo le più personali interpretazioni dei concetti di upgrade, performance e personalizzazione.

L’Abarth Digital Day ha visto la partecipazione di Ylenia Baccaro, del programma radiofonico “Tutto esaurito” di Radio 105 nelle vesti di presentatrice della diretta streaming, del dj Fabio Liuzzi sempre da Radio 105, e del digital creator Ema Motorsport, che si collegato all’evento e si è esibito in una delle sue performance direttamente dalle Officine Abarth, svelando agli spettatori pezzi rari della collezione Abarth.

Non sono dunque mancate performance e divertimento, in puro stile Abarth: il modo migliore per far sentire il Marchio vicino al suo pubblico. La Community Abarth nel mondo, intanto, continua a espandersi: attualmente sono 87 i club ufficiali, che vantano oltre 5.000 membri – e tanti altri appartengono alla community “The Scorpionship” – attiva da quattro anni nell’area EMEA e con oltre 139.000 iscritti, alla quale è possibile aderire gratuitamente attraverso il sito scorpionship.abarth.com.

Test Drive Abarth 595 Cabrio Garage Italia

Guidare un’Abarth 595 può essere una grande emozione, ma guidarne una personalizzata in soli 10 pezzi, è un evento più unico che raro. Garage Italia personalizza per l’agenzia Canossa Events 10 Abarth 595 Cabrio su allestimento Turismo, facendole diventare delle vere e proprie icone di stile. Dieci diverse personalizzazioni con gli esterni ispirati alle storiche livree racing impreziositi da dettagli tricolore e dall’iconica tabella porta numero sulle fiancate. Interni personalizzati in Alcantara con loghi ricamati sul poggiatesta e cuciture a contrasto in tono con la carrozzeria. Sotto il cofano il conosciutissimo 1.4 16V T-jet 165 CV e su questa versione, il cambio sequenziale robotizzato a 5 marce.

La 595 Cabrio Turismo è conosciuta per essere la versione più “comoda” tra tutte le 595 disponibili a listino. Manca il famoso scarico Monza a 4 terminali, per far spazio ad un più semplice sistema a due terminali, ma il tasto Sport non manca e quando viene premuto, il sound delle marmitte diventa leggermente più rauco, il volante diventa più duro e sotto le ruote, 165 CV e una coppia massima di 230 Nm. Turbina Garrett e accelerazione 0-100 in circa 7 secondi, velocità massima 218 Km/h. Con questi numeri è impossibile non divertirsi!

Il colore arancio è dir poco spettacolare (ovviamente non disponibile in Abarth) mentre sono di pregio le finiture interne e la precisione dei montaggi delle personalizzazioni. Il volante totalmente in Alcantara, ha un grip ed un piacere al tatto notevole. I sedili sono quelli sportivi Abarth ma non estremi della Sabelt, quindi ottimizzati per il comfort e con una giusta tenuta laterale. Rimangono tuttavia, sempre comunque alti, quindi la posizione non è sportiva al 100%, complice anche un volante non regolabile in lunghezza. Ma sono di Alcantara e questa è un’ottima soluzione perché con una cabrio a disposizione, si guiderà sempre a cappotta aperta, e la si lascerà aperta anche quando ci si ferma per un caffè. L’alcantara non si surriscalda come la pelle e quindi si eviterà di scottarsi appena seduti. Dello stesso materiale sono anche il cupolino che protregge la strumentazione, l’interno delle portiere e la base dei tasti del cambio automatico. Comodi i pulsanti per regolare la cappotta, che all’occorrenza, scivola via senza tenere premuto il pulsate e si chiude senza nessuna maniglia manuale. Volendo si può aprirla anche dall’esterno premendo il tasto di apertura porte per pochi secondi.

Il motore regala un sound accattivante (immaginate cosa può essere lo scarico Monza…) già da ferma. Niente è silenzioso alla guida, ma soltanto tanta musica che si alza dopo i 3000 giri ed un calore costante dal motore che sembra sempre estate! Il cambio automatico personalmente non lo ritengo adatto a questo motore e alla voglia di sportività che si ha dentro. Sicuramente l’unica soluzione per avere il giusto brio, è escludere ovviamente l’automatismo (che tende a cambiare sempre in basso, anche quando si schiaccia a fondo) e usare le palette al volante (per me un pò troppo piccole) per avere delle sane emozioni. Il problema è che i cambi non sono velocissimi (prima e seconda sono lentissime…) e pur scattando al semaforo per dimostrare quale bolide si sta guidando, si rimane quasi male dei vuoti di potenza. Inoltre non è silenzioso da fermo nel passaggio tra folle e drive e folle retro. L’ottimo cambio manuale a 5 marce che ho già provato in altre occasioni, è tutta un’altra cosa. Lo consiglio vivamente.

Unica nel suo genere, questa 595 Cabrio ha una tenuta di strada accattivante con un giusto compromesso tra sportività e comodità. L’assetto è rigido ma non come la versione Competizione e sul posteriore ci sono gli ammortizzatori Koni FSD che regolano la propria azione in funzione della frequenza di compressione e al manto stradale. Tutto a vantaggio nell’appoggio in curva e nel beccheggio. Difficile metterla in crisi se non a pieno gas in curva. In quel caso il differenziale elettronico TTC fa il suo dovere. La turbina Garrett a fasatura fissa strattona leggermente ma non è affatto fastidiosa e credo che faccia parte del DNA di questa auto. L’occhio ovviamente cade sempre sul manometro del turbo con la scritta Sport sempre accesa! I consumi variano molto dallo stile di guida. E’ impossibile pensare che un’Abarth possa essere l’auto giornaliera. Saranno sicuramente i consumi che vi faranno cambiare idea. Pur rimanendo tranquilli con la guida, ed è molto difficile, si sfiorano i 14 km/l, a questo punto meglio divertirsi e non pensarci più.

Se questa recensione vi ha fatto venir voglia di guidare un’Abarth, visitate il sito di Canossa Events, agenzia leader nell’organizzazione di eventi motoristici che mette a disposizione le sue 10 Abarth 595 Cabrio Garage Italia personalizzate per il Motor Valley Tour 2020.








I 70 anni della leggendaria Marmitta Abarth

Il 4 maggio del 1950, in occasione del trentaduesimo Salone dell’Automobile di Torino, Carlo Abarth presenta la “Marmitta Abarth”, probabilmente l’accessorio più conosciuto delle famose scatole di trasformazione che hanno reso celebre lo Scorpione nel mondo. E oggi, lo stesso concetto di performance del fondatore, inteso come ricerca e sviluppo di soluzioni innovative, è riscontrabile nei sofisticati sistemi di scarico “Record Monza” montati sulle Abarth di ultima generazione. Anche sui social, Abarth celebra questo anniversario speciale, invitando la propria community a prendere parte a un vero e proprio flashmob virtuale. Con una chiamata alle armi in stile Abarth, il brand invita la propria community a farsi sentire: gli utenti dovranno realizzare delle Instagram Story simulando il rumore del proprio scarico con la voce, taggando il contenuto con l’hashtag #TheRumbleLipChallenge.

Ed è proprio la sua community uno dei pilastri del marchio dello Scorpione: ad oggi sono 83 i club ufficiali, quasi il doppio rispetto al 2016, e la community “The Scorpionship” attiva da quattro anni nell’area EMEA conta già 114.000 iscritti. Un gruppo di appassionati e fan che supportano il brand anche in un momento come questo dimostrando che si può rimanere distanti ma uniti.

Nel 1949 Carlo Abarth fonda la Abarth & C. e ha l’intuizione geniale di affiancare all’attività corse l’attenzione per il grande pubblico: nascono così le scatole di trasformazione per vetture di serie che aumentavano potenza, velocità massima e accelerazione. Elementi distintivi delle famose cassette di trasformazione sono proprio gli impianti di scarico che, nel corso degli anni, diventano una vera icona dello “stile Abarth”. Il debutto ufficiale avviene il 4 maggio a Torino durante il Salone dell’Automobile ed è subito un successo. I primi prototipi prevedono un sistema semplice ma innovativo, che dà ai suoi prodotti un chiaro vantaggio prestazionale e un inconfondibile rumore sordo e pieno. In pochi anni l’Abarth & C. raggiunge livelli globali: nel 1962 produce 257.000 marmitte con uno staff di 375 persone, il 65% è destinato all’esportazione.

Il successo fu immediato e straordinario. Le prime 50 unità furono realizzate per la Fiat “Topolino”. Saranno diversi i modelli Fiat a poterla montare – dalla 600 alla 1100, dalla 1400 alla 1500 – ma il grande successo arriva con l’icona di casa Fiat: la leggendaria 500. Carlo Abarth se ne innamora e nascono così le prime Fiat-Abarth 595 che cominciano a vincere su tutti i circuiti e, al tempo stesso, le famose “cassette di trasformazione Abarth” per elaborare i “cinquini” diventano l’oggetto del desiderio del grande pubblico.

Fin dal lancio della nuova Abarth 595 nel 2008 il marchio ha riportato in auge la marmitta sportiva Abarth, riproducendo così il classico sound dello Scorpione. In particolare, il doppio terminale cromato riprende il design del sistema adottato dalla versione da gara 595 Assetto Corse, a conferma che il racing sia il laboratorio perfetto per testare soluzioni che possano un giorno essere impiegate dalle vetture stradali. Con la stessa filosofia progettuale, nel 2009 il marchio Abarth lancia un kit denominato sistema di scarico “Record Monza”, il cui nome è un chiaro tributo al record di velocità ottenuto da Carlo Abarth sullo storico circuito italiano quando nel 1965, all’età di 57 anni, conquistò il primato di accelerazione sul quarto di miglio. Il suono potente è il risultato di una perfetta combinazione tra la tecnologia Dual Mode con quattro terminali, e il design aggressivo.

In dettaglio, la tecnologia Dual Mode prevede l’utilizzo di una valvola a due vie a comando meccanico inserita a monte del terminale di scarico a vantaggio della curva di contropressione dello scarico. Nel 2011 è la volta del kit “Record Modena” la cui caratteristica principale è il suono potente e aggressivo dato da marmitte altamente prestazionali che si basano sulle migliori tecnologie, come il sistema Dual Mode e su un design accattivante e sportivo. Un sound nettamente più sordo e cupo lo troviamo nel sistema Akrapovič a due uscite e dotato di valvola elettronica attiva azionata tramite il tasto sport.

Nel 2018 fa il debutto la nuova Abarth 595 che porta all’esordio il sistema di scarico “Record Monza Attivo”, la cui peculiarità risiede nella valvola attiva controllata tramite il tasto Sport in plancia: se in precedenza l’apertura della valvola di scarico si basava sulla pressione dei gas di scarico, da questo momento il pilota può agire direttamente e scegliere tra un sound da “gentleman driver” oppure un rombo più cupo e grintoso, tradizionalmente Abarth. Il risultato è un suono potente e aggressivo, una perfetta combinazione tra tecnologia e design. Il sistema di scarico “Record Monza Attivo” è oggi offerto di serie sui modelli 595 Competizione, 595 Pista e 695 70° anniversario.

Inarrestabile Abarth: pioggia di premi internazionali per la 595 e 695

Pioggia di premi per Abarth in questi primi mesi del 2020 a conferma di quanto sia grande l’entusiasmo per lo Scorpione che lo scorso anno ha celebrato i suoi primi 70 anni di storia. Abarth trionfa nei concorsi indetti da due prestigiose riviste automobilistiche tedesche, oltre alle vittorie conseguite a febbraio in Ungheria e Slovenia nell’ambito del progetto internazionale “Best Cars 2020”.

Innanzitutto il design Abarth si aggiudica tre primi posti in altrettante categorie del concorso “The Best Brands 2020” indetto dalla rivista automobilistica AUTO BILD. I lettori della rivista hanno riconosciuto ad Abarth il primo posto assoluto per il miglior design e, per il terzo anno consecutivo, hanno decretato il design di Abarth il migliore anche nelle categorie city car e cabriolet.

Il concorso “The Best Brands”, organizzato da AUTO BILD, è alla sua nona edizione. Ai lettori della rivista cartacea e delle edizioni online è stato richiesto di motivare le proprie decisioni di acquisto in vari settori, tra cui automobili, accessori, ricambi e servizi. Nella categoria automobilistica, sono stati selezionati 37 importanti marchi, suddivisi in 14 classi di veicoli che includevano dalle auto più piccole ai SUV. In totale, hanno espresso un giudizio più di 57.000 lettori.

Anche i lettori di MOTORSPORT AKTUELL hanno espresso il loro voto assegnando la vittoria schiacciante alla Abarth 595 e alla Abarth 695 nella categoria “Racer of the Year” per l’elezione delle migliori auto e i migliori piloti della stagione 2019. Il 64,2 per cento dei voti è andato alla Abarth 595/695, che si è aggiudicata il primo posto della categoria “Minicar”. MOTORSPORT AKTUELL ha messo ai voti un totale di 67 modelli di veicoli in cinque categorie e 135 piloti di nove discipline. I modelli Abarth 595 e Abarth 695 hanno conquistato i voti dei lettori di MOTORSPORT AKTUELL, tedeschi, austriaci e svizzeri, che hanno voluto premiare la strategia di Abarth di impegno nel motorsport finalizzato all’implementazione di soluzioni tecnologiche racing nella produzione di serie. Il trasferimento della tecnologia ha contribuito allo sviluppo della serie Abarth 595, composta da cinque modelli con potenze che vanno da 145 CV a 180 CV.

La serie Abarth 695 è invece riservata ai modelli speciali, come l’Abarth 695 70° Anniversario, con la quale il marchio cult italiano celebra il suo settantesimo compleanno. Il modello, limitato a soli 1.949 unità – per ricordare la data della fondazione del brand Abarth – è caratterizzato dallo Spoiler ad Assetto Variabile che, grazie al lavoro degli ingegneri Abarth nella galleria del vento di FCA ad Orbassano (Torino), aumenta la tenuta nel misto veloce e la stabilità alle alte velocità: in breve, incrementa le “performance” dell’automobile.

Infine, lo scorso febbraio i modelli dello Scorpione hanno raccolto prestigiosi premi anche in Slovenia e Ungheria dove si è svolto la versione locale del concorso “Best Cars 2020”, il progetto internazionale creato dalla rivista tedesca “Auto Motor Und Sport” che ha visto il coinvolgimento di 21 media specializzati nel settore automobilistico di 17 Paesi. In particolare, il magazine sloveno Avto Magazin ha conferito all’Abarth 595/695 il titolo di “Best Cars 2020” nella categoria “Mini Cars” mentre la rivista ungherese e il sito vezess.hu hanno assegnato una triplice vittoria al marchio dello scorpione.