Arriva la Nuova Panda per celebrare i suoi primi 40 anni!

La Nuova Panda celebra i suoi primi 40 anni e per l’occasione l’icona funzionale di Fiat si rinnova e amplia la famiglia con la Nuova Panda Sport. Inoltre, ora la gamma si declina in cinque allestimenti che rappresentano le tre nuove anime del modello. Sarà così più facile scegliere la versione che meglio risponde ai gusti e alle esigenze di chi è più attento allo stile cittadino (l’anima Life con gli allestimenti Panda e City Life); di quanti preferiscono una vita dinamica e dalla forte personalità (l’anima Sport con la nuova versione Sport); e infine degli amanti della libertà di viaggiare in qualunque contesto (l’anima Cross con gli allestimenti City Cross e Cross).

La nuova Panda City Life, è la versione centrale della gamma che soddisfa coloro che ricercano in una city-car il miglior rapporto tra prezzo e sostanza di prodotto, senza per questo rinunciare a uno stile accattivante e distintivo. Il design della Panda City Life è caratterizzato dai nuovi specifici paraurti, dai codolini parafango, dagli inserti nelle minigonne e dai nuovi cerchi “Life” da 15” che si sposano perfettamente con i numerosi elementi neri a contrasto offerti di serie: dalle barre longitudinali alle fasce protettive laterali, dalle calotte degli specchi alle maniglie esterne. La caratterizzazione urbana si presenta anche all’interno dell’abitacolo dove si trovano i sedili in tessuto bi-colore grigio e la plancia di colore antracite, il climatizzatore manuale e la Radio DAB Mobile con il Bluetooth 2.1, l’apposito supporto per smartphone installato sulla plancia e i comandi al volate. A richiesta la nuova radio Touchscreen da 7” con sistema digitale DAB, predisposizione Apple CarPlay e compatibilità Android Auto e alloggiamento per smartphone.

Destinata a un cliente giovane, dinamico e attratto da uno stile sportivo con forte personalità, la Nuova Panda Sport completa la “famiglia Sport di Fiat” che già annovera diversi modelli. L’inedita versione è immediatamente riconoscibile grazie ad elementi estetici distintivi: i nuovi cerchi in lega “Sport” da 16” bi-colore con gemme nere/rosse; le maniglie e le calotte degli specchi in tinta carrozzeria, quest’ultime a richiesta possono essere di colore nero lucido in abbinamento col tetto nero (optional); e l’esclusivo logo “Sport” cromato sulla fiancata laterale, sopra l’indicatore di direzione. Inoltre, è disponibile la nuova ed esclusiva livrea Grigio Opaco.

La stessa caratterizzazione grintosa si ritrova all’interno dove risaltano la nuova plancia di colore titanio, i pannelli porte specifici in eco-pelle, l’inedito imperiale nero e i nuovi sedili con rivestimento in tinta grigio scuro, i dettagli in tecno-pelle, le fasce laterali in tessuto e cuciture rosse. E per il cliente che vuole una immagine ancora più grintosa, la Nuova Panda Sport può essere dotata, a richiesta, dell’inedito Pack Pandemonio – chiaro tributo all’omonimo kit lanciato nel 2006 sulla Panda 100 HP – che include le pinze freni rosse, vetri oscurati e l’inedito volante in tecno-pelle con cuciture rosse. Infine, tra le dotazioni offerte di serie si segnala la nuova radio Touchscreen da 7”.

La terza anima della Nuova Panda è quella “Cross”, declinata negli allestimenti City Cross e Cross che propongono un carattere distintivo e off-road. Da oggi entrambe le versioni sono disponibili con le trazioni 4×2 o 4×4, il motore Mild Hybrid o l’alimentazione a metano. In dettaglio, la Nuova Panda City Cross è stata progettata per soddisfare i clienti alla ricerca di una city-car con l’aspetto di un’auto da off-road a un prezzo accessibile: è dunque un mezzo con cui imboccare una via di fuga dalla routine quotidiana, per immergersi in entusiasmanti avventure urbane. Esteticamente il nuovo modello si presenta con una nuova livrea pastello Blu Ceramico che si abbina perfettamente con il nuovo rivestimento bicolore (blu e nero) in tecno-pelle sui pannelli porte e sui sedili, quest’ultimi impreziositi da cuciture argentate e dotati di fasce laterali in tessuto. Di serie, al centro della plancia il climatizzatore automatico la e la nuova Radio touchscreen da 7” con Apple CarPlay/Android Auto. Completano la nuova Panda City Cross i fendinebbia, i proiettori DRL a led e alcuni elementi neri, quali le barre longitudinali sul tetto e le modanature laterali, che ne accentuano il look urbano.

Infine, la nuova gamma si completa con la Panda Cross, l’allestimento top di gamma dal carattere e aspetto off-road con il massimo dell’equipaggiamento per chi non cerca compromessi. È dotata di nuovi cerchi “Cross” Style da 15”, doppio gancio-traino rosso nella parte inferiore della griglia paraurti, verniciatura cromata per gli scudi paracolpi, barre longitudinali e fasce paracolpi laterali con scritta “Cross” nera in rilievo. La ricca la dotazione di serie include sensori di parcheggio posteriori, climatizzatore automatico, volante in pelle, nuovi pannelli porte in tecno-pelle nera, nuova plancia “woody” realizzata con materiali riciclati e nuovo sistema Touchscreen da 7” completo di radio digitale DAB, predisposizione Apple CarPlay e compatibilità Android Auto e alloggiamento per smartphone. Nuovi sono anche i sedili bicolore realizzati, con un occhio attento alla sostenibilità, la cui parte centrale è filata con uno speciale tessuto eco-friendly ottenuto con almeno il 37% di plastica riciclata di origine terrestre. I sedili sono impreziositi da cuciture marroni laterali in tessuto e dettagli in eco-pelle e specifico logo “Cross”.

Oggi la tecnologia Mild Hybrid è disponibile sull’intera gamma della Nuova Panda, assicurando così a tutti i vantaggi di una motorizzazione ibrida efficiente, compatta, leggera e accessibile. In sintesi, la miglior soluzione per una city-car, coerente con l’approccio Fiat che è sempre stata pioniera nella tecnologia e innovatrice nella mobilità e ora sempre più sostenibile. La motorizzazione Mild Hybrid a benzina abbina il nuovo motore da 1 litro a 3 cilindri della famiglia Firefly, da 70 CV (51,5 kW) – conforme alla normativa Euro 6D Final – ad un motore elettrico BSG (Belt integrated Starter Generator) che permette di recuperare energia in fase di frenata e decelerazione, immagazzinarla in una batteria al litio da 11 Ah di capacità, e sfruttarla, con una potenza di picco di 3,6 kW, per riavviare il motore termico dopo uno stop in marcia e per assisterlo in fase di accelerazione. Rispetto al propulsore 1.2 Fire da 69 CV, la motorizzazione Mild Hybrid sul modello Panda consente l’abbattimento di consumi e di emissioni di CO2, sino al 30%, garantendo le stesse prestazioni, e assicura inoltre un confort molto elevato, anche durante il riavvio. Il sistema BSG consente infatti che il motore termico si riavvii in modo estremamente silenzioso e senza vibrazioni nelle fasi di arresto e riavvio. La trasmissione adotta il nuovo cambio a 6 marce, progettato per ottimizzare ulteriormente il range di utilizzo del motore. La Nuova Panda Hybrid consente al cliente di accedere a tutti i vantaggi dell’omologazione come veicolo ibrido e assicura, secondo le norme locali, una serie di agevolazioni quali libertà di accesso e circolazione nei centri urbani, riduzione del costo del parcheggio in centro e agevolazioni fiscali, in base alle normative locali.

Tornare a correre con la tecnologia di Samsung

Da oggi è finalmente possibile fare attività fisica all’aria aperta e, complici le belle giornate e la voglia di ripartire, gli allenamenti avranno tutto un altro sapore. È importante, dunque, attrezzarsi nella maniera corretta con un abbigliamento adeguato e i giusti accessori per rendere l’allenamento stimolante ed efficiente. Un accessorio che può aiutare gli appassionati di sport è il Galaxy Watch Active2. Grazie all’innovativo smartwatch Samsung è possibile migliorare la salute attraverso uno stile di vita completamente connesso.

Galaxy Watch Active2 monitora tutte le attività quotidiane, basta indossarlo e iniziare a muoversi. Grazie al rilevamento automatico dello sport, lo smartwatch è in grado di iniziare automaticamente il monitoraggio di 7 attività sportive, tra cui corsa, camminata e ciclismo, mentre il monitoraggio manuale supporta più di 39 allenamenti. Inoltre, con la funzione Running Coach aggiornata, è possibile monitorare il ritmo di corsa in tempo reale e sfruttare i consigli aggiornati in base agli obiettivi di corsa prefissati.

Galaxy Watch Active2 funziona anche come guida per migliorare la salute e il benessere, fornendo informazioni utili che possono aiutare a fare scelte di stile di vita positive anche rispetto ad alimentazione, benessere mentale e sonno. L’innovativo smartwatch, infatti, aiuta a monitorare i livelli di stress in tempo reale tramite Samsung Health, l’app per la salute e il benessere che permette anche di stabilire e monitorare degli obiettivi di nutrimento. Inoltre, l’analisi delle fasi del sonno aiuta a raggiungerne una maggiore qualità, favorendo il riposo notturno e la preparazione per il giorno successivo.

Tra i vantaggi dell’innovativo smartwatch, Galaxy Watch Active2 rende molto semplice rimanere sempre connessi; infatti grazie alla connettività LTE è possibile effettuare e ricevere chiamate dall’orologio o accedere ai social media con un semplice tocco: si può rispondere a un tweet e perfino guardare un breve video o l’ultimo trailer del proprio film preferito direttamente dal polso. Con un design raffinato e completamente personalizzabile, dal cinturino al quadrante, dalla dimensione al colore, Galaxy Watch Active2 è il compagno ideale per ogni stile di vita, da chi muove i primi passi ai professionisti.

In aggiunta, per i runner più esigenti che desiderano allenarsi ad un livello superiore è presente l’esclusiva edizione Galaxy Watch Active2 Under Armour Edition. Grazie alla partnership con Under Armour, Samsung permette ai runner di vivere una nuova esperienza di allenamento, offrendo loro alcuni vantaggi per raggiungere il massimo della forma e ridurre i rischi di infortuni. Con caratteristiche esclusive come il coaching in tempo reale basato sul ritmo della corsa e l’accesso esclusivo alla più grande community al mondo di amanti del fitness con MapMyRun, l’ecosistema Galaxy sullo smartwatch offre informazioni ancora più tempestive sull’allenamento, un coaching più intuitivo e programmi di allenamento più completi a portata di polso. Inoltre, al termine dell’allenamento, i runner ricevono sul loro smartphone un’analisi approfondita dei dati sulla loro forma fisica e alcuni suggerimenti dettagliati, ottenendo una visuale a 360 gradi sulla loro tecnica di corsa.

Per vivere al meglio l’allenamento o godersi una lunga passeggiata, è inoltre possibile immergersi nella propria musica grazie al suono equilibrato e ricco dei nuovi Galaxy Buds+. Basta un semplice passaggio per accoppiare automaticamente gli auricolari a tutti i dispositivi compatibili associati al proprio Samsung Account, compreso il Galaxy Watch Active2. Ottimizzati da AKG, gli auricolari Galaxy Buds+ dispongono di altoparlanti dinamici a 2 vie, 3 microfoni per una qualità del suono e della voce senza pari, e una durata della batteria incredibilmente lunga: 11 ore da Galaxy Buds+ e altre 11 ore nel case. Puro e naturale, l’audio di qualità professionale regala un’esperienza d’ascolto impareggiabile non solo per il proprio momento di fitness, ma anche per podcast, audiolibri e telefonate.

Presentata la nuova Abarth 695 70° Anniversario, un’edizione limitata da 1949 unità

Presentata la nuova serie speciale Abarth 695 70° Anniversario che celebra i 70 anni del marchio Abarth & C. rendendo omaggio all’inventiva del fondatore Carlo Abarth (1908 – 1979) che per primo intuì le potenzialità dell’elaborazione e del technical upgrade su vetture di normale produzione.

Prodotta in tiratura limitata in sole 1.949 unità, come l’anno di fondazione della società, la nuova limited edition è il più importante dei tributi che si sono succeduti in quest’anno di celebrazioni. Ora spetta all’esclusiva 695 70° Anniversario far sognare le migliaia di appassionati del marchio italiano, e proprio per dedicarla ai fan dello Scorpione la nuova Limited Edition è stata presentata all’Abarth Days 2019, il più grande raduno europeo dello Scorpione che, fino al 6 ottobre, sarà ospitato nell’avveniristico MIND (Milano Innovation District). Una grande sorpresa destinata ai tantissimi partecipanti che si sono dati appuntamento nel nuovo Parco della scienza, del sapere e dell’innovazione, per celebrare tutti insieme i primi 70 anni di una leggenda automobilistica.

La nuova Abarth 695 70° Anniversario è equipaggiata con il nuovo Spoiler ad Assetto Variabile – frutto del lavoro degli ingegneri Abarth nella galleria del vento di FCA ad Orbassano (Torino) – che migliora le prestazioni aerodinamiche della vettura: aumenta la tenuta nel misto veloce e la stabilità alle alte velocità in una sola parola, aumenta le “performance” dell’automobile. Il nuovo Spoiler ad Assetto Variabile è quindi un tributo al “concetto di performance” del fondatore che andava ben oltre la ricerca di pura potenza, velocità massima ed accelerazione. Il suo pensiero infatti era rivolto alla ricerca della performance a 360° gradi e quindi alla ricerca e allo sviluppo di soluzioni tecniche innovative. Proprio questa continua ricerca lo ha reso noto come uno dei pionieri e visionari nel campo dell’elaborazione.

Destinata tanto ai collezionisti quanto agli amanti delle prestazioni e della sportività senza compromessi, l’Abarth 695 70° Anniversario colpisce subito per il nuovo alettone posteriore che richiama il mondo delle corse e la leggendaria storia racing dello Scorpione. Lo spoiler è regolabile manualmente, proprio come nelle corse dove è usuale vedere ai box i tecnici effettuare una regolazione “fine” dell’inclinazione dello spoiler per permettere al pilota di settare il comportamento dell’auto in funzione del tracciato e del suo stile di guida. Sulla Abarth 695 70° Anniversario lo Spoiler ad Assetto Variabile è regolabile in 12 posizioni con un’inclinazione da 0° a 60°. In posizione di massima inclinazione (60°), ad una velocità di 200 km/h, l’alettone aumenta il carico aerodinamico fino a 42 kg. Ciò assicura, soprattutto nel misto veloce, una eccellente dinamica del veicolo e un comportamento più stabile alle alte velocità. Un esempio pratico, lungo il curvone del circuito di Vallelunga lo Spoiler ad Assetto Variabile permette di ridurre di quasi il 40% le correzioni sullo sterzo. Per raggiungere questo livello tecnico la nuova Abarth 695 70° Anniversario è stata testata nella galleria aerodinamica full scale situata a Orbassano, a Sud di Torino, dove FCA testa i suoi veicoli.

Costruito negli anni Settanta e sempre rinnovato con le tecnologie più attuali, il centro è uno dei pochi in Europa, oltre che l’unico in Italia, a consentire test in scala reale e velocità dell’aria elevata (fino a 210 km/h). L’obiettivo è ricercare l’ottimizzazione aerodinamica di ogni modello che viene prodotto, simulando in galleria il movimento della vettura rispetto al vento, come quando si trova nel mondo reale. Proprio in questo centro di eccellenza è stato possibile sviluppare e testare lo Spoiler ad Assetto Variabile dell’Abarth 695 70° Anniversario in tutte le configurazioni possibili e nelle varie condizioni di assetto veicolo, velocità ed angolo di imbardata.

La caratterizzazione estetica della nuova Abarth 695 70° Anniversario è ulteriormente esaltata dall’adozione di serie di alcuni elementi iconici del passato e del presente, quali lo scarico Record Monza attivo, per un sound inconfondibile, la nuova livrea verde Monza 1958 – tributo al colore della prima 500 Abarth che ha fatto registrare a Monza 6 record internazionali in quell’anno – i diversi dettagli in grigio Campovolo – come lo Spoiler ad Assetto Variabile, il Body kit, il DAM anteriore e posteriore e le calotte degli specchi. Della stessa tinta sono gli sticker dello Scorpione sul cofano e quello a scacchi sul tetto che ne accentuano il look sportivo. Di serie anche i cerchi in lega SuperSport da 17″ da cui risaltano le famose pinze rosse Brembo. In particolare il potente impianto frenante adotta all’anteriore pinze Brembo rosse in alluminio a 4 pistoncini e dischi autoventilati di 305 mm e di 240 mm al posteriore.

 

Lo stesso profumo di sportività si respira all’interno dell’abitacolo dove spiccano i nuovi ed esclusivi sedili “Sabelt Tricolore”, una novità sviluppata appositamente per questa serie speciale. E dal glorioso passato racing del marchio arrivano anche i loghi sulla carrozzeria che utilizzano lo storico font e lo scorpione dal disegno vintage, un chiaro tributo alla storia di uno dei brand del Made in Italy più famosi al mondo.
All’interno dell’abitacolo è posta anche la targhetta numerata di ciascuno dei 1.949 esemplari che saranno prodotti, rendendo ogni 695 70° Anniversario un autentico pezzo da collezione. La nuova 695 70° Anniversario è equipaggiata con il propulsore più potente della gamma: il motore turbo da 1,4 litri che eroga 180 CV di potenza e una coppia di 250 Nm a 3.000 rpm e consente una velocità massima di 225 km/h (con alettone regolato a 0°) e accelerazione da 0 a 100 km/h in appena 6,7 secondi. Insomma la 695 70° Anniversario è la combinazione perfetta tra performance motoristica e aerodinamica.

E rivolgendosi a clienti sportivi, non poteva mancare la connettività: Apple CarPlay e Google Android Auto con sistema UconnectTM 7″ HD sono di serie insieme al navigatore e alla radio digitale DAB. Il sistema di infotainment conta su uno schermo ad alta definizione e sull’Abarth Telemetry, una applicazione integrata che consente di misurare le proprie prestazioni.

Il lancio della nuova Abarth 695 70° Anniversario è accompagnato da un video suggestivo che celebra il 70° anniversario esaltando sia la vita del fondatore sia il suo spirito intramontabile che ancora oggi anima i modelli attuali. Il video parte con un piccolo ma geniale Carlo che nel 1918 modifica il suo monopattino per vincere le sue prime gare tra le strade di Vienna. La stessa ricerca delle prestazioni ha dato vita alla nuova 595 Pista, un modello straordinario dotato del nuovo scarico Record Monza con valvola attiva e delle sospensioni posteriori Koni con tecnologia FSD che garantiscono perfetta tenuta di strada, maneggevolezza e sicurezza. Successivamente si è catapultati nel 1934 dove l’ambizioso giovane finisce sui giornali dell’epoca perché a bordo del suo sidecar supera l’Orient Express, uno dei treni più veloci dell’epoca. Il parallelismo prosegue con un emozionante driving della Abarth 595 esseesse, la nuova serie speciale che rispecchia l’attitudine del fondatore a vincere le sfide più difficili e che affonda le proprie radici nella storia del marchio: infatti la denominazione “esseesse” rinvia ai famosi kit di trasformazione degli anni Sessanta che fecero la fortuna di Carlo Abarth.

Ancora un balzo temporale e ci si ritrova all’interno del garage di Abarth. Siamo nel 1962 e le Abarth 1000 vincono ovunque, tagliando il traguardo con l’ormai famoso cofano posteriore aperto che, sebbene dissipi il calore del motore, ha un impatto sull’aerodinamica. Ed ecco l’ennesima intuizione da cui nasce nel 1966 uno dei primi spoiler posteriori da gara. Cambio di immagine e una scattante e aggressiva Abarth 695 70° Anniversario sfreccia con il suo alettone posteriore alzato: è il nuovo tributo alla storia dello Scorpione e a quella quell’inimitabile personalità che sulle strade di ogni giorno ci fa immediatamente distinguere una vettura Abarth. Il filmato si chiude con il nuovo claim “Let’s play forever” che, in questo anno di celebrazioni, punta a sottolineare lo spirito sportivo e senza tempo del marchio.

PUMA presenta il suo primo smartwatch per lo sport

PUMA accede al mondo smartwatch introducendo un prodotto wearable progettato per aiutare gli atleti ad allenarsi, rimanere motivati, monitorare gli obiettivi e connettersi con gli altri mentre sono in movimento. Punto d’incontro tra sport e tecnologia, questo smartwatch offre un design piacevole sia al tatto che alla vista, con una cassa sagomata in nylon e alluminio che garantisce una vestibilità ultra leggera. Il cinturino ruvido in silicone offre aderenza e traspirabilità, per ridurre al minimo la sudorazione durante l’attività fisica. Disponibile in tre colorazioni alla moda, lo Smartwatch PUMA è adatto non solo alla palestra, ma anche alla vita di tutti i giorni, a dimostrazione del fatto che sport e stile non devono per forza viaggiare separati.

Con Google Fit, lo Smartwatch PUMA può monitorare attività come pilates, canottaggio o spinning, e contare le ripetizioni nell’ambito di esercizi di potenziamento muscolare come le flessioni. In “modalità allenamento”, Google Fit è in grado di monitorare continuamente il battito cardiaco, rendendo così più facile vedere se la frequenza cardiaca è nella tua media ideale. Infine, Google Fit semplifica la modifica e il monitoraggio degli obiettivi di attività e notifica agli utenti lo stato di avanzamento e il completamento degli obiettivi. Lo Smartwatch PUMA mette inoltre a disposizione vari tipi di quadrante interattivo. Tra questi, il quadrante “Scorecard”, che mostra ora, data e battito cardiaco, e che consente all’utente di scegliere le informazioni per la visualizzazione rapida. Gli utenti possono anche caricare foto dai social media e visualizzarle direttamente sul loro smartwatch: un modo in più per personalizzare il prodotto e restare connessi e, soprattutto, competitivi.

CARATTERISTICHE

Monitoraggio del battito cardiaco
Tracciamento GPS
Assistente Google
Musica
Google Pay
Meteo
App per l’allenamento
Swimproof

Longines presenta un HydroConquest in ceramica nera

Longines propone un nuovo HydroConquest interamente in ceramica nera. L’orologio dal profilo dinamico va a completare questa linea che, recentemente, ha ravvivato i suoi modelli con un inserto in ceramica colorata sulla lunetta. Punto d’incontro dell’eccellenza tecnica e della tradizionale eleganza del marchio, la collezione HydroConquest si ispira all’affascinante mondo degli sport acquatici.

Longines ha recentemente regalato una ventata di freschezza alla collezione HydroConquest, creando modelli dalle linee essenziali e con un inserto in ceramica colorata sulla lunetta. Oggi, il marchio si spinge oltre nell’utilizzo di questo materiale esclusivo, con un modello interamente realizzato in ceramica nera, che fa bella mostra della sua composizione chimica sul quadrante: ZrO2. Un materiale ad alti contenuti tecnici che non teme le scalfitture e che si presta perfettamente allo spirito del nuovo HydroConquest. A sottolineare il carattere dinamico del segnatempo, ogni componente presenta una finitura diversa: quadrante opaco, cassa lucida, lunetta satinata circolare e fondo cassa che abbina l’effetto satinato circolare a quello opaco.

HydroConquest, la collezione emblematica di orologi sportivi creati da Longines, soddisfa le esigenze degli appassionati del mare, senza però rinunciare alla tradizionale eleganza del marchio svizzero. Gli orologi HydroConquest esibiscono i codici caratteristici degli orologi subacquei e s’ispirano alle necessità di questa disciplina. L’impermeabilità fino 300 metri, la lunetta rotante unidirezionale, la corona a vite e la doppia chiusura déployante di sicurezza sono tutti elementi che accentuano lo stile di questo esemplare.

La cassa di 43 mm dell’orologio 3 sfere e data, ospita un movimento meccanico a carica automatica (L888.3) sviluppato esclusivamente per Longines. Il bianco luminoso degli indici e delle lancette rivestiti con Super-LumiNova contrasta con il nero profondo del quadrante. Il nuovo HydroConquest è proposto con un cinturino in caucciù nero dotato di un sistema di regolazione preciso per un comfort ottimale.

Con la sua identità forte e le sue linee mosse, questa versione interamente in ceramica farà la gioia degli appassionati di sport nautici che ricercano l’eleganza delle prestazioni.

70 anni di storia al Salone Internazionale di Ginevra 2019 con la 595 esseesse

Al Salone di Ginevra il marchio dello Scorpione celebra il suo 70esimo anniversario dalla fondazione, una pietra miliare nella storia dell’automobilismo sportivo. Protagonista dello stand la nuova Abarth 595 esseesse che rende omaggio al leggendario kit di elaborazione degli anni Sessanta, ripresentato con successo nel 2009 sulla Abarth 500.

Nel 1964 fece il suo esordio la prima Abarth 595 esseesse, elaborata mediante un carburatore Solex 34 PBIC e uno speciale collettore di aspirazione fuso in lega leggera in corpo unico con il coperchio delle valvole la cui potenza saliva fino a 32CV. All’esterno si riconosceva per i ganci in gomma che chiudevano il cofano motore al posto della classica serratura, posizionati dove ora si trova il logo Abarth smaltato. Inoltre, sulla “piccola cattiva” dello Scorpione risaltavano le sigle distintive con il monogramma “SS “in lettere maiuscole sui cofani e per esteso in minuscolo, “esseesse”, sul cruscotto. E fu subito un successo per gli amanti della sportività italiana.
Lo stesso successo che riscosse nel 2009 l’inedito kit prestazionale “esseesse” dedicato alla nuova Abarth 500 del 2008. L’elaborazione prevedeva: l’innalzamento della potenza del motore a 160 CV, diverso settaggio delle sospensioni con molle Eibach ribassate, impianto frenante maggiorato e altri contenuti di chiara ispirazione racing. Inoltre, a garanzia del rispetto dei più alti standard di controllo e sicurezza, il kit prestazionale “esseesse” veniva installato esclusivamente dalla rete ufficiale di preparatori Abarth che lo riceveva ancora nella celebre cassa di legno come quella famosa degli anni Sessanta.

Oggi, a distanza di 10 anni, l’iconica “esseesse” ritorna e si posiziona al top della gamma Abarth, ed è equipaggiata con il motore da 180 CV, il più performante del marchio. Destinata agli amanti delle performance senza compromessi, la nuova Abarth 595 esseesse coniuga la sportività e l’adrenalina proprie del marchio dello Scorpione con una particolare caratterizzazione di design, stile e connettività. Come da tradizione Abarth, ciò che rende davvero speciale questa vettura sono alcune specifiche dotazioni di serie che regalano una eccitante esperienza di guida, sempre accompagnata dal sound profondo e distintivo del sistema di scarico Abarth by Akrapovic che, sviluppato ad-hoc per le vetture dello Scorpione, è in grado di unire le prestazioni eccellenti con un sound ancora più coinvolgente.

La nuova Abarth 595 esseesse può contare sul performante impianto frenante by Brembo all’anteriore che assicura alte prestazioni e perfetto controllo di guida, grazie ai dischi freno anteriori forati e autoventilanti e alle dimensioni maggiorate delle pinze freno rosse. In dettaglio, l’impianto è in grado di riallineare le pastiglie con la fascia frenante del disco, permettendo di dissipare rapidamente il calore e di migliorare la reattività dell’auto in frenata. Di serie anche lo specifico filtro aria “by BMC” che, rispetto ai filtri tradizionali, consente di migliorare la capacità del flusso d’aria aspirata, con evidenti benefici nella qualità della combustione del motore, nell’erogazione della potenza e, di conseguenza, nelle prestazioni. Completano la dotazione della nuova Abarth 595 esseesse le sospensioni posteriori Koni, con tecnologia FSD (Frequency Selective Damping) che ottimizzano l’esperienza di guida offrendo maggior tenuta di strada, maneggevolezza e stabilità, in totale sicurezza. Infine, è di serie anche il navigatore con sistema Uconnect schermo touch 7″ HD, Abarth Telemetry, predisposizione Apple CarPlay e compatibilità Android Auto.

Al ricco equipaggiamento di serie corrisponde una specifica caratterizzazione estetica. In particolare, all’esterno la nuova Abarth 595 esseesse si contraddistingue per i cerchi in lega Supersport da 17″ con la nuova finitura Bianco Racing, la striscia laterale Abarth, le calotte specchi e i DAM anteriore e posteriore coordinati. Infine, la nuova Abarth è “certificata” dal badge specifico “esseesse” sulla livrea che, insieme al logo “70° Anniversario”, la rende unica ed esclusiva nel panorama automobilistico sportivo. L’impronta racing dell’Abarth 595 esseesse si ritrova all’interno, come dimostrano i nuovi sedili sportivi “Sabelt 70” con guscio retro schienale in carbonio e la pedaliera in carbonio. Inoltre su 595 da oggi è disponibile un’intera gamma sedili Sabelt, caratterizzata, in occasione dei 70 anni di Abarth, dal numero 70 ricamato sulla fodera. Sedili migliorati nelle forme, negli inserti e nelle imbottiture per esaltare l’esperienza di guida.

Anteprima Alfa Romeo Giulia

Giovedì 19 Maggio a Salerno, la Giulia ha debuttato in concessionaria per mostrarsi ai suoi tantissimi fan. Non si poteva perdere un tale evento. Unico esemplare in mostra, la Giulia ha confermato lo stupore e l’attenzione che sul web l’hanno resa la regina del momento.

Aggressiva, è questo l’aggettivo che la Giulia riesce a comunicare. Con un frontale così tanto pronunciato, con i fari allungati e prese d’aria enormi a simboleggiare un motore potente, ruba l’attenzione a tutto il resto della linea che, se da un lato, mantiene una silhouette elegante, va totalmente a discapito di un retro poco personale che cambia aspetto se visto di fronte (stretto e poco caratterizzato) oppure di lato. Proprio qui, gioca un fattore decisivo la scelta del colore che potrebbe aiutare a dare carattere e luce alla parte meno riuscita della Giulia e che questo Blu Montecarlo da 1000 euro non le da giustizia. Belli i cerchi in lega da 18″ – optional ma obbligatori con un’auto così bassa anche se, quelli bruniti da 5 fori da altri 1000 euro, saranno la gioia e la massima espressione di ogni alfista!

Si sale a bordo, si chiude la porta: le lancette della strumentazione si illuminano a ritmo di un battito di cuore, il display al centro mostra il logo Alfa Romeo a colori quando invece sullo sterzo compare quello di colore argento, bellissimo! Prime sensazioni: si sta seduti in basso e in posizione allungata e pur alzando il sedile, la sensazione è sempre la stessa: si guida un’auto veloce. Sarà anche la plancia che domina l’abitacolo oppure il tunnel centrale altissimo ma niente affatto fastidioso che porta in se i comandi dell’Alfa Connect.

Il display centrale, a differenza delle ultime mode che lo vedono esterno e non armonizzato con la plancia, si trova all’interno di un vetro scuro che è in linea con le plastiche, di conseguenza, da spento scompare del tutto. Con il display da 6,5″ presente nella dotazione standard, considerando lo spazio dedicato, sembra quasi piccolo e probabilmente non molto visibile alla guida essendo lontano dagli occhi e non orientato verso il guidatore. Ovviamente bisognerà scegliere l’Alfa Connect 3D Nav da 8,8″ per avere soddisfazione ma preparatevi a cacciare ulteriori 1000 euro. (E’ solo una coincidenza che stia segnalando tutti gli optional a questo prezzo!)

Bello anche il volante che sfoggia in anteprima il tasto di accensione e che fa automaticamente immaginare il guanto in pelle e tessuto stringere le razze del volante. Mi chiedo: ma il tasto, renderlo rosso anche per la versione super, è possibile?

La qualità di vita e le sensazioni a bordo sono molto appaganti. Assemblaggi e materiali sembrano di buona qualità e si fa un uso abbondante di pelle su plancia e porte. L’abitacolo è spazioso e pur tirando indietro del tutto i sedili, i passeggeri posteriori hanno ancora qualche centimetro di spazio per le gambe. Rimane comunque, per chi siede dietro, quella sensazione di “chiuso” dovuto alla linea che tende a scendere sulla testa.

Il bagagliaio posteriore è profondo e ben rifinito, ma appena ho visto lo spazio utile per accedere, ho subito immaginato la mia valigia da 110 litri rigida rimanere bloccata. Come farò? Sarò costretto a prenderne due più piccole? Se volete viaggiare con la Giulia e avete famiglia, organizzatevi prima…

La nuova Giulia ha confermato la mie aspettative: volevo un’auto sportiva e di carattere. Ma guidarla? Bisognerà attendere il 28 Maggio, i test drive saranno prenotabili in concessionaria. Io punterei a provare la 2.9 V6 Bi-Turbo 510 CV Quadrifoglio, ma sarà mai possibile per un comune mortale, per giunta blogger, come me? Chissà…